COME FARE LA SPESA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS - Studio di Nutrizione e Salute | Dott.ssa Chiara Fantera - Biologa Nutrizionista

Vai ai contenuti

COME FARE LA SPESA AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

É una delle domande più frequenti degli ultimi giorni che mi vengono poste: per uscire di casa il meno possibile e fare la spesa max 1 volta a settimana, cosa é meglio mettere nel carrello della spesa e cosa no?

Tra i prodotti più gettonati ci sono sicuramente quelli a lunga conservazione come pasta, riso e scatolame. Nelle ultime settimane gli italiani stanno anche acquistando ingredienti per preparare a casa torte, pizze e pane; il lievito di birra ad es. è ormai difficile reperirlo. La noia del momento ci fa trasformare in novelli chef e di conseguenza ci spinge ad inventare, provare ed assaggiare ogni giorno nuove ricette. Anche i social sono ormai pieni di foto di dolci e piatti sfiziosi fatti in casa. Ma tutto ciò giova alla nostra salute? Dal punto di vista fisico, purtroppo no.
Allora cosa è davvero conveniente comprare?
Le persone pensano alla reclusione forzata a lungo termine in casa e si sentono spinte a riempire la dispensa per paura di rimanere senza viveri (nonostante si dica continuamente che i negozi di generi alimentari non chiuderanno) e acquistano cosí molto più del necessario e anche prodotti non particolarmente consigliati. Ad esempio, acquistare 5 pacchi di pasta per due persone e consumarne inevitabilmente di più proprio per far fronte alla noia e allo stress, non è certamente una buona idea. Gli alimenti in scatola sono ricchi di sale, quindi non ne è consigliato un uso smodato. Il consiglio dunque è di acquistare prodotti freschi in ogni caso e non soltanto quelli a lunga conservazione.
Alcune verdure non si mantengono per una settimana, posso comprarle surgelate?
Sì, sostanzialmente mantengono le stesse proprietà nutrizionali, l'importante è che siano sempre presenti nel nostro pasto e che ci sia varietà. Magari nei primi giorni della settimana mangeremo quelle ancora fresche, negli ultimi giorni consumeremo quelle surgelate. Anche carne e pesce si possono congelare tranquillamente; nessun problema per uova e formaggi, questi si mantengono per giorni, basta controllare la data di scadenza.
Evitiamo di acquistare cibo spazzatura (patatine, dolciumi, snack...), perché stando chiusi in casa saranno una tentazione continua a cui prima o poi potremmo cedere.

Cosa non deve mancare in dispensa e nel frigorifero in questo momento?
Dobbiamo privilegiare l’acquisto ed il consumo di alimenti che possano migliorare l’efficienza del sistema immunitario per fronteggiare meglio il virus, ad esempio quelli più ricchi di alcune vitamine, sali minerali e Omega 3.
Non è necessario acquistare integratori per rafforzare le difese immunitarie, sicuramente è più salutare ed efficace assumere elementi importanti in modo naturale attraverso l'alimentazione.
La vitamina C ha un certo effetto nella risposta immunitaria alle infezioni delle vie respiratorie: si trova negli agrumi, nelle fragole, nel ribes, nei kiwi, nei pomodori e nei vegetali a foglia verde come la rucola. La vitamina A aiuta la resistenza dell’organismo alle infezioni: si trova principalmente nel latte e nei vegetali gialli, arancioni e verdi.
La vitamina D stimola la risposta immunitaria innata: ne sono ricchi il tuorlo dell’uovo, il pesce, latte e derivati.
Tra i minerali sono importanti zinco e selenio, presenti particolarmente nei cereali integrali, nella carne e nel pesce.
Gli Omega 3 sono presenti nelle noci, nei semi e nel pesce, in particolare in quello azzurro (salmone, sgombro, tonno, sarde, alici).
Un’alimentazione quindi varia e ben costruita, ricca di frutta, verdura e cereali integrali (che è la fotografia della dieta mediterranea) aiuta a mantenere in salute il microbiota intestinale, che assicura il buon funzionamento del sistema immunitario presente nell’intestino.

Come faccio a comprare tutto quello che mi serve per una settimana intera?
Intanto si possono diversificare gli acquisti al supermercato e non prendere tutto in una sola volta. Ad es. cose non deperibili come scottex, fazzolettini di carta, assorbenti, carta igienica, detergenti personali si possono acquistare anche online. Bisogna poi sfruttare i negozietti, le macellerie, i fruttivendoli della zona: molti si stanno organizzando per far trovare pronta la spesa per il ritiro oppure la consegnano a domicilio dopo aver ricevuto una telefonata o addirittura un semplice messaggio su WhatsApp.

Una dritta per non perdere tempo al supermercato?
Ora più che mai bisogna fare in anticipo una lista di quello che manca in casa, in modo da entrare nel supermercato con le idee chiare. Fare la spesa non deve essere un momento di svago, ma un’attività necessaria, con la consapevolezza che chi ci serve dietro al bancone, gli scaffalisti e i cassieri stanno lavorando per noi e non dobbiamo mettere a repentaglio la loro salute (e la loro pazienza).
Torna ai contenuti